Risparmi al Colle: è finita l’era degli sfarzi

Il Quirinale annuncia un taglio nelle sue spese immediatamente imitato da Camera e Senato. Un ottimo segnale inviato al Paese in questa fase di ristrettezze economiche.
Anche perché, occorre pur dirlo, si poteva talvolta avere l’impressione che certi palazzi romani avessero come bussola di riferimento gli sfarzi del Re Sole.
Il Quirinale, per esempio, con le sue 1500 stanze, i suoi ori e i suoi argenti, nonché un migliaio di dipendenti tra cui una cinquantina di camerieri e una dozzina di cuochi, arrivava a costare ai cittadini italiani una cifra pari o addirittura superiore ai costi di gestione della Casa Bianca. I cittadini italiani, naturalmente, pur andando orgogliosi di tutti questi fasti, saluteranno con favore una inversione di tendenza sull’entità della spesa di gestione che, negli ultimi anni, è seguitata a lievitare senza sosta.