Il risparmio energetico, la sfida del millennio

Marzio Fianese

L’energia è il campo su cui si combatteranno le sfide del terzo millennio. Dal petrolio al gas naturale la vita dell’uomo sarà segnata, ancor più che nel secolo passato, dalle fonti energetiche. Così diverranno sempre più importanti le battaglie ambientaliste in nome del risparmio della rinnovabilità dell’energia. In Italia, poi, in particolar modo, tutti i settori potrebbero trarre vantaggio da una maggiore efficienza in questo campo. Per la collettività, sempre più attenta ed esigente, risparmio ed efficienza sono divenute «parole d’ordine» in un mercato dove la ricerca di fonti di energia alternativa e l’ottimizzazione di quelle esistenti, costituisce l’obiettivo primario della totalità delle aziende, grandi, medie e piccole. Ma a differenza della grande industria, dove sono già in atto processi autonomi, l’esigenza di interventi decisivi si manifesta principalmente nelle imprese di piccole e medie dimensioni che, per le loro caratteristiche, hanno bisogno di un maggior supporto tecnico esterno e della capacità di chi è in grado di offrire, attraverso soluzioni efficaci, il giusto know how e i relativi strumenti finanziari.
Per far sì che aziende e amministrazioni pubbliche, possano «ottenere di più risparmiando », Convert Italia, azienda nata a Roma nel 1981 (e con uno stabilimento produttivo a Pomezia) ha costituito una specifica Business Unit, denominata «Energy Defender». Si tratta di un progetto ideato per soddisfare la sempre crescente aspettativa di un mercato, come quello del risparmio energetico e delle energie alternative, che si sta rapidamente evolvendo.
«Energy Defender» di Convert Italia, si prefigge, tra gli obiettivi, di intervenire con soluzioni dall’elevato contenuto tecnologico che offrano la certezza dei risultati nel tempo. ED si avvale di specialisti del risparmio energetico che intervenendo presso le aziende, attivano un primo approfondito check-up/indagine finalizzato a evidenziare se e in che misura, attraverso azioni di razionalizzazione degli impianti tecnologici e utilizzo di appropriate fonti energetiche, è possibile ottenere risultati significativi. L’obiettivo degli interventi è di ridurre i costi annui del 20-25 per cento, di ridurre le emissioni inquinanti del 30 per cento e allo stesso tempo di ammodernare gli impianti esistenti.
La capacità di intervento è naturalmente applicabile a tutti i livelli, dalle fonti fornitrici, tramite la rinegoziazione delle tariffe e l’adozione di carburanti alternativi, agli impianti in genere (illuminazione, rifasamento, regolazione frequenza per motori e ottimizzazione di impianti termici e climatizzazione), ma «Energy Defender» fa risparmiare anche per la sua capacità tecnica/ingegneristica di progettare e realizzare impianti di produzione di energia su misura per il cliente.
Il cliente cui ED si rivolge va dal «privato», inteso come piccola azienda/agricolo/alberghiera con potenza di picco di 30/50 kW, alla piccola e media industria (con potenze di picco da 100 a 500 kW), fino alla piccola comunità/piccolo comune (da 500 kW a 3 MW). Altro vantaggio importante è la partnership che ED instaura con il cliente sul perseguimento dello stesso obiettivo: risparmiare più energia per guadagnare di più insieme.
L’altra area aziendale di Convert è quella delle telecomunicazioni che ha acquisito nel corso degli anni, capacità e competenza nell’installazione e nel collaudo di sistemi di tlc complessi, collaborando con tutti i principali operatori e gestori del settore.
La società sul mercato nazionale si rivolge principalmente al mondo dell’Industria e dei Servizi, al settore infrastrutture (autostrade, porti, aeroporti, ferrovie) e al settore Militare. All’estero l’azienda sta consolidando la sua presenza con la commercializzazione dei suoi sistemi e servizi.