Rispunta il giallo dei supermercati firmati Pairetto

Paola Balsomini

Hai voglia dire che non è vero, smentire. Fatto sta che da una delle ultime intercettazioni telefoniche rese note nell’ambito dell’inchiesta-bufera che si sta abbattendo sul mondo del calcio, si torna a parlare di Genova, di arbitri, anzi designatori, e di grandi magazzini. Di legami tra la città e chiari interessi di carattere economico.
Nell’intercettazione in questione il designatore arbitrale Paolo Bergamo illustra il suo modo di vedere la geopolitica arbitrale al vicepresidente federale Mazzini. E dice: «Alcuni arbitri mi danno retta, altri me ne danno meno perché Gigi (Pairetto, l'altro designatore, ndr) s'è fatto più forte di me. E Gigi, sai, risponde alla Sampdoria... (...)