Rissa in Centrale In manette cinque magrebini

Per affrontarsi hanno scelto il deposito del «Parco Centrale» a un chilometro e mezzo dalla stazione. Le armi, trattandosi di rissa, quelle «ordinaria», bastoni e cocci di bottiglia. Ma sul più bello sono intervenuti gli agenti della Polfer che, nel fuggi fuggi generale, sono riusciti ad acchiappare cinque contendenti. Lo scontro aveva contrapposto una quindicina di nord africani, quasi sicuramente per questioni legate al controllo del territorio. Luogo dell’epico scontro il deposito, dove l’altra notte i magrebini si sono affrontati brandendo bastoni e cocci di bottiglia. Le grida dei contendenti hanno però richiamato l’attenzione di una pattuglia della polizia ferroviaria che nonostante la decisa inferiorità numerica, gli agenti erano appena in cinque, non hanno esitato a intervenire. E gli africani hanno pensato solo alla fuga, anche se alla fine cinque di loro sono stati catturati dai poliziotti. Il fermo dei nordafricani non è tuttavia l’unico risultato dei controlli effettuati l’altra notte in zona Centrale. In manette erano in precedenza finiti anche un tunisino per spaccio e due clandestini che non avevano obbedito al decreto di espulsione.