Rissa a colpi di cric per un’auto usata

Stavano per acquistare un’automobile ma la trattativa è degenerata in una rissa a colpi di cric quando il venditore ha contestato gli assegni dei compratori. L’episodio è avvenuto all’interno di un bar di Lavinio, di fronte alla stazione dei carabinieri che hanno arrestato i mancati acquirenti, P.V. di 50 anni e A.V. di 30, rispettivamente padre e figlio e il venditore dell’auto, E.F., nigeriano di 40, per rissa aggravata e lesioni a pubblico ufficiale.