Rissa durante il calcetto: stadi vietati a 13 giovani

Erano stati arrestati dai carabinieri in seguito a una rissa scoppiata durante una partita di calcio, lo scorso 18 marzo, fra le squadre dilettanti Carpineto Romano e Fortitudo Roma e ora nei confronti delle tredici persone sono stati emessi divieti ad accedere a tutte le competizioni calcistiche, professionali e amichevoli, che si terranno in ogni stadio della provincia di Roma per i prossimi tre anni. Il provvedimento, richiesto al questore di Roma dalla divisione della polizia anticrimine della questura prevede anche l’obbligo di firma. La rissa avvenne sul campo di Campineto Romano, località alle porte di Roma, tra le opposte tifoserie e finì con 13 arresti.