Rissa furibonda, partita sospesa fra «baby» rossoblù e argentini

Vera e propria caccia all’uomo in campo al Torneo di Viareggio: cinque espulsi del Real Arrojo Seco

Finisce come una partita a poker in un saloon: con gli sconfitti all'assalto selvaggio dei vincitori. I grifoncini passano, ma devono fare i conti con la rabbia incredibile ed ingiustificata degli avversari, gli argentini del Real Arrojo Seco rimasti in sei per le cinque espulsioni, rabbia che si ferma solo di fronte all'intervento dei carabinieri che accompagnano i ragazzini terribili in caserma per le identificazioni di rito. Il tutto succede al Torneo di Viareggio - 59° Coppa Carnevale la fucina dei campioni del domani e la cosa fa ancora più male se la si accosta ai tragici fatti di Catania. Teatro del far west è stato il campo sportivo di Arenzano dove il Genoa Primavera e i sudamericani si giocavano la qualificazione alla seconda fase del torneo. Al minuto 23 della ripresa, con la squadra di Torrente in vantaggio per 2-1 grazie ai gol di Borghese nel primo tempo e Ledesma nel secondo, un giocatore argentino fa l'ennesimo intervento falloso pericoloso sulle gambe di un calciatore rossoblù. L'arbitro Cornero di Milano non può fare altro che punire il sudamericano con il rosso. Il Real Arrojo Seco resta in sei mentre il Genoa, con un espulso, è in dieci. Il regolamento parla chiaro: la partita deve essere sospesa con la vittoria per i rossoblù. Così fa il direttore di gara e gli animi si incendiano ulteriormente con i sudamericani che cercano prima di aggredire la giacchetta nera e poi i grifoncini che Torrente a fatica trascina negli spogliatoi per evitare che la situazione degeneri. Finisce nel peggiore dei modi insomma anche se il Genoa Primavera conquista un'importante qualificazione. Intanto la prima squadra ha ripreso la preparazione a Pegli in vista della partita di sabato al Ferraris con il Modena. Gasperini ha visionato con il gruppo la partita di Rimini prima di scendere in campo per una seduta intensa con Adailton assieme ai compagni. Il ritorno del brasiliano, dopo le cure per la pubalgia, è sicuramente la nota più lieta a fronte delle squalifiche del giudice sportivo che oggi fermerà Bega, espulso in Romagna, e Coppola, ammonito e in diffida. Per la partita con i canarini il tecnico di Grugliasco recupera però Juric reduce da un turno di stop. Chiaro quindi che la formazione dovrà essere rivista e non sono escluse importanti novità anche perché la trasferta di Rimini ha evidenziato come la squadra rossoblù debba cambiare registro soprattutto quando si trova lontano dal Ferraris. E a proposito di formazioni qualche indicazione potrebbe arrivare domani (ore 15) dall'amichevole del Genoa a Cairo Montenotte contro la Cairese (Eccellenza). Infine da oggi pomeriggio la società rossoblù informa che sono in vendita i biglietti per la partita di sabato al Ferraris con il Modena presso il Genoa Store e i punti autorizzati Lottomatica. La prevendita proseguirà fino alle 15 di sabato contestualmente all'inizio del match mentre, come da nuove norme, le biglietterie dello stadio resteranno chiuse.