RISSA PER MOTIVI DI VIABILITÀ

Il diritto di precedenza ce l’ha chi morde più forte. Meglio se riesce al primo colpo a staccare un dito al rivale. È la nuova «legge della strada» imposta a Genova, in pieno giorno. E di domenica. I fatti hanno dell’incredibile: con un morso un automobilista ha strappato a un rivale la falange del dito mignolo della mano sinistra durante una lite per motivi di viabilità. È accaduto domenica pomeriggio in via Porrata, nel quartiere di Prà Palmaro. I protagonisti dell'episodio, due genovesi di 46 e 28 anni, alla polizia hanno dato versioni discordanti di quanto avvenuto.
Quello che però è stato accertato dagli agenti delle volanti intervenuti sul posto è che all'origine della lite c'era un problema di viabilità e che ben presto dalle parole si è passati alle vie di fatto. Per il morso, il quarantaseienne è stato denunciato per lesioni gravi. Lo stesso, medicato al pronto soccorso dell'ospedale di Villa Scassi, è stato giudicato guaribile in sette giorni per un trauma cranico ed altre lesioni. Il ventottenne, che invece si è visto amputare la falange del dito, è stato ricoverato all'ospedale San Carlo di Voltri dove dovrebbe essere sottoposto ad un intervento chirurgico.
E un caso di violenza in strada, al termine di un banale incidente, si è verificato anche ieri pomeriggio, verso le 17 a Certosa, in via Canepari, quando un'automobile è uscita di strada tamponando violentemente un'altra vettura parcheggiata. In seguito, un contenuto diverbio tra i due proprietari delle auto ha comunque indotto i presenti alla scena a sollecitare l'intervento della Polizia Municipale. Al pronto arrivo di due vigili urbani, il conducente dell'auto uscita di strada (un uomo sulla cinquantina), ha colpito con un pugno un agente che gli chiedeva le generalità, ferendolo ad un occhio.