Rissa fra rampolli all’Armani privè

Il lato buono della moda non è una rarità. Così l’altra sera Maria Grazia Chiuri e Pier Paolo Piccioli, direttori creativi di Valentino, presentavano nella boutique di via Montenapoleone l’esclusiva T-shirt creata per sostenere attraverso la Fondazione Francesca Rava i bimbi di Haiti. La stessa operazione sarà lanciata il 10 marzo nella boutique di avenue Montaigne a Parigi. L’intero ricavato della vendita (anche on line su valentino.com) andrà a sostegno dei programmi di riabilitazione e cure dei bambini colpiti dal terremoto. Alla Fondazione anche i proventi della vendita del libro fotografico di Stefano Guindani con immagini dei bimbi di Haiti (Electa).
Diverso l’obiettivo della t-shirt creata dagli stilisti Christian Petrini e Nicola Russo del giovane marchio di prêt-à-porter femminile Pierre Ancy. Ieri l’hanno presentata, in occasione della nuova collezione per l’inverno, attraverso il bellissimo video «Start Living Again» - protagonista Agnese Claisee, figlia di Laura Morante - e la partecipazione dell’Aisla a cui va il ricavato. L’associazione, supportata da Malika Ayane, Ron, Paola Barale e Helen Hidding, sostiene la ricerca sulla terribile Sclerosi laterale amiotrofica. Aiutare gli homless di Milano è invece lo scopo della «Angel-Bag» lanciata da Amazon Life in 100 pezzi. La Maxi borsa in puro caucciù, idrorepellente e indistruttibile, conterrà una grande coperta riciclata dell’Esercito italiano, e sarà distribuita ai clochard da City Angels Onlus a cui andranno i proventi della vendita sul sito www.amazonlife.com.