Rissa per le tasse? Tursi le aumenta

Roberta Gallo

Cinque nuove tasse comunali nella calza della Befana. Tursi augura un buon anno a tutti i genovesi aumentando le gabelle già esistenti e aggiungendone delle nuove. Si chiama infatti «revisione e adeguamento per l'anno 2006 del sistema tariffario della direzione territorio, sviluppo economico e ambientale». Dicitura alla quale si deve aggiungere «la contestuale istituzione di nuove tariffe per il rilascio di autorizzazioni e/o altri atti di competenza di alcuni settori della Direzione».
«In poche parole - commenta subito Giuseppe Murolo, consigliere comunale di Alleanza Nazionale - viene ancora una volta penalizzato il bene più caro di tutti i cittadini, la casa. È aumentato il valore d'acquisto, hanno aumentato l'Ici, e, adesso, per ogni lavoro che si vuole fare all'interno del proprio appartamento bisogna pagare una tassa per avere delle autorizzazioni». «Praticamente - continua Murolo - la casa più che un investimento sta diventando un buco nero in cui le persone continuano a gettare soldi senza mai vedere la fine, tra mutui, finanziamenti, prestiti, lavori e tasse». «L'importante - aggiunge - è che il Comune paghi delle sovvenzioni ai nomadi, affitti e bollette agli occupanti di edifici pubblici trasformati in centri sociali. Ma un aiuto ai propri elettori mai. Questo pare sia un lusso più che un dovere da parte dell'amministrazione».
E così per avviare un procedimento, mediante conferenza dei servizi, in variante al Puc (piano urbanistico comunale) fino ad un ettaro si pagherà 275,10 euro, oltre 550,20 euro. La sola richiesta del certificato di conformità urbanistica, meglio conosciuto come articolo 19 L.R. 9/99, sarà di 103,29 euro, di cui 53,97 dovranno essere versati al momento della presentazione della domanda per l'avvio dell'istruttoria. Per il rilascio della certificazione in materia edilizia la gabella sarà di 10,38 euro. Mentre solo per i diritti di segreteria per il rilascio autorizzazione abbattimento alberature in zona vincolata la cifra è di 187,78 euro. «Ma se la zona è vincolata - ribatte Murolo - come è possibile che vengano rilasciate autorizzazioni per fare una cosa che sarebbe vietata?».
Tutte le altre tasse per diritti di segreteria di edilizia privata sono state aumentate di un buon 10%.