Il ristorante bipartisan non scontenta nessuno

In via di Panico, a Roma, c’è un ristorante siciliano che è la meta più gettonata da politici e imprenditori. Per la gioia del palato si gustano maccheroni alle sarde, insalata catalana, carpaccio di polipo e i franceschini, involtini di pesce spada. Tra gli habitué, Gianfranco Miccichè, appassionato di panate palermitane, fatte sulla griglia e Giovanni Pistorio, che opta spesso per il pesce crudo. Non mancano l’onorevole Francesco Nucara, che sceglie il filetto di mupo in crosta di mandorle, o Renato Poletti. Tra gli ospiti fissi anche Pisapia, Visco, Tremonti, Caldoro, il senatore Caruso, Matteo Colaninno con i figli, Alfano e Schifani. Un ristorante bipartisan, che mette d’accordo tutti.FLC