Al ristorante la pasta costa il 3500% in più

L'Aduc: "Se i ristoratori non vogliono fallire
devono adeguare i prezzi alla mutata realtà economica"

Roma - Da casa al ristorante un piatto di pasta al sugo aumenta del 3.500%. A calcolarlo è l’associazione dei consumatori Aduc. "Eppoi - si legge nella nota diffusa dall'associazione - ci si lamenta che i ristoranti sono in crisi! Il calcolo è presto fatto: un piatto di pasta al sugo di 100 grammi costa mediamente 0,25 euro, mentre al ristorante si sconta un prezzo medio di 9 euro".

Aumenti eccessivi "Diamo per scontate - denuncia l’Aduc - le osservazioni dei ristoratori: occorre considerare tutte le spese che vengono sostenute, dal personale alle stoviglie. Già, ma un aumento del 3.500% non è eccessivo? Come si riesce a rilanciare un settore in crisi?Abbassando i prezzi, visto che da 15 anni il reddito reale medio non cresce e, invece, i prezzi al ristorante sono lievitati smisuratamente e furbescamente dall’entrata in vigore dell’euro". Secondo un’indagine dell’Aduc, svolta a Roma, la percentuale di clienti è diminuita del 30% nel mese di giugno. "I ristoratori devono, quindi, mettersi in testa che il periodo delle vacche grasse è finito e che se non vogliono cadere uno dietro l’altro come birilli devono adeguare (diminuire) i prezzi alla mutata realtà economica del Paese", conclude l’Aduc.