Risveglio di Mediolanum

Piazza Affari ancora in positivo, con gli indici Mib in ulteriore progresso dello 0,5%, ma con performance migliori per gli indici Comit e Mediobanca, in crescita dello 0,7%. Il trend degli azionari sta riportando sui massimi i volumi di scambio, che ieri hanno registrato, in valore, oltre 4,2 miliardi. Le banche sono sempre in primo piano e se si attendono gli sviluppi del risiko Antonveneta e Bnl, sono tornate ieri di moda i titoli del risparmio gestito, con Mediolanum che ha sfiorato un rialzo di quasi il 3%. Accenni di risveglio anche per i titoli assicurativi, con Alleanza ritornata sopra quota 9 euro (più 1,9%), seguita da Generali (più 1,3%) e Fonsai (più 1,6%). Ritorno di interesse per il settore delle telecomunicazioni, con Pirelli in crescita dell’1,5% superata da Telecom (più 1,6%). L’interesse del mercato è rivolto anche ai titoli del gruppo Marzotto, che cresce ancora del 16,2%, al centro della battaglia per il controllo di Zignago. Resistono i titoli energetici, nonostante la flessione del greggio, con Eni che tiene i livelli precedenti, mentre scende Enel (meno 1,2%), sotto quota 7 euro. Bene i titoli del gruppo Benetton (più 3,7%), mentre tra i minori si impenna Actelios (più 10,5%).