Risveglio di Telecom

Piazza Affari ha chiuso ieri in linea con le altre Borse europee, e la crescita di mezzo punto percentuale degli indici, riporta il livello degli stessi in rialzo del 10% nell’anno, su nuovi massimi del periodo. Bene anche gli scambi che si mantengono sulle medie delle ultime settimane, e che anche ieri hanno totalizzato oltre 4,4 miliardi di controvalore. La Borsa è contraddistinta da una crescente selettività negli interventi, mirata a titoli che stanno facendo la storia in questo periodo. Recupera oltre il 3% Parmalat: un ricorso alla Corte costituzionale, per la vicenda delle revocatorie, sbloccherebbe la situazione. Si risveglia Bpi (più 2,6%) in vista del dissequestro delle azioni Antonveneta; sale Centrale del latte di Torino (più 6%). Balzo in avanti di Fonsai (più 4,7%) in vista di possibili concentrazioni nel gruppo Ligresti. Ha ripreso a correre Montepaschi (più 3,1%). Alitalia continua a perdere (meno 6,7%), sotto quota 1 euro, a differenza dei diritti di opzione che recuperano del 31% quelli riferiti alle azioni e del 24,5% quelli delle obbligazioni. Risveglio di Telecom (più 2,9%) ritenuta sottovalutata dagli analisti.