Ritardi e degrado, un blog per fare le pulci all’Atm

Si potranno segnalare i disservizi Blitz a sorpresa sulle linee a rischio

Alleanza nazionale mette nel mirino Atm. «Gli impegni dei vertici dell’azienda di Foro Bonaparte saranno verificati, verificheremo passo passo che alle parole seguano i fatti» afferma Marco Osnato, presidente della commissione Trasporti di Palazzo Marino. Impegno che An rilancia ai milanesi invitandoli a segnalare su un apposito blog, «lo stiamo predisponendo e lo presenteremo nei prossimi giorni», tutto quello che non funziona.
«I cittadini potranno quindi farci sapere in tempo reale quello che non va su tram e bus perché crediamo che, sul fronte del traffico, sia necessario mettere in campo una rete di trasporto sempre più efficiente e, perché no, anche sicura» chiosa Carlo Fidanza, capogruppo comunale di An. Il pensiero corre alle cronache locali che, quotidianamente, raccontano di linee tramviarie divenute off limits, dalla 90-91 al 15 passando per la 57 che attraversa Quarto Oggiaro. «Su quelle e altre linee faremo dei blitz a sorpresa: vogliamo che i milanesi possano viaggiare tranquilli e sicuri».
Naturalmente, chiosano da An, non ci sono dubbi «sul valore delle intenzioni firmate dai vertici Atm» che hanno «promesso una svolta rispetto alla gestione Soresina». «Svolta» che peraltro Atm ha già parzialmente concretizzato con il potenziamento del servizio di guardania sulle linee più a rischio e con tanto di plauso anche del prefetto di Milano Gian Valerio Lombardi. Impegno che però non basta. «Noi vogliamo dare un’alternativa concreta alla macchina, e verificheremo che il potenziamento dei mezzi pubblici sia effettivo, ma vogliamo che chi decide di usare la macchina possa circolare su strade larghe. La macchina deve andare più veloce, perché più le auto stanno in coda, più si fermano e più inquinano»».