Ritmi e acrobazie africane Così la strada diventa teatro

Una commistione tra il teatro di strada e le feste di piazza, tra i miti e le leggende antiche legate alla terra e il Cantico delle Creature di Francesco D’Assisi. Il tutto condito con la festosità, il ritmo e l’energia semplice e spontanea degli artisti africani. Sono queste le «Creature» di Marcello Chiarenza, regista e scenografo, e Alessandro Serena, direttore artistico. Lo spettacolo di teatro acrobatico si apre questa sera, alle 21.30, ai Giardini della Filarmonica, in via Flaminia, e proseguirà fino al 3 agosto. Anche il pubblico sarà protagonista di questo evento «primitivo», fatto di fuoco, acqua, cielo e corpi. Lo spettatore sarà direttamente coinvolto nella vicenda narrata dagli aristi. Dovrà solo seguire la sua guida, uno strano personaggio in parte barbone, in parte clown.
\