Il rito della prima: in sala anche la Huppert

Atteso l’arrivo di Ciampi e della signora Franca. Ricoperti d’oro i «lavamani» del Palco Reale

da Milano

Nella prima scaligera di stasera verrà riproposto il rito dell’eleganza, con la partecipazione del presidente della Repubblica, Carlo Azeglio Ciampi, e della signora Franca, e di tre ministri: Rocco Buttiglione (Beni culturali) a far da padrone di casa, Lucio Stanca (Innovazione tecnologica) e Pietro Lunardi (Infrastrutture e Trasporti). E proprio per finire la doratura a 24 carati dei dispenser (i «lava mani» in crema e altro) dei servizi igienici del Palco Reale, hanno lavorato fino a ieri gli specialisti della ditta Cartemani, di Curno (Bergamo). Ma il parterre dei Vip si annuncia più in sordina che gli altri anni: assenti molti stilisti e dirigenti del mondo industriale milanese.
Ha recentemente detto di aver accettato l'invito, nonostante le polemiche scaligere lo abbiano molto amareggiato, il presidente di Mediaset, Fedele Confalonieri. Ci sarà, naturalmente, il nuovo prefetto di Milano, Gian Valerio Lombardi, la prima volta quale rappresentante del governo. Un altro appassionato di musica sempre presente alla prima è Umberto Veronesi, che anche quest'anno sarà in sala, come pure Cesare Romiti e altri personaggi della finanza. Carla Fracci, milanese doc ma da tempo in polemica con la Scala, quest'anno non ci sarà, e ha criticato la scelta di Harding di tagliare dall'opera di Mozart il balletto. Tra gli attori, l'unica conferma è quella della francese Isabelle Huppert, in questi giorni a Milano per il debutto, al Teatro Strehler, nel monologo di Sarah Kane «4,48 Psychosis». Scala nuova, proteste vecchie: come gli altri anni, infatti non mancheranno, e se possibile, saranno ancora più rumorose, le contestazioni in piazza della Scala. Saranno presenti dipendenti di Siemens, Alfa Romeo, Centrale del Latte e di altre aziende «in lotta insieme con giovani e precari per i quali si chiede “la regolazione a tempo indeterminato del rapporto di lavoro: per loro e per tutti”».
Anche il dopo-Scala sarà una novità, quest'anno, perché la cena di gala per gli invitati del sindaco Gabriele Albertini e della Scala avrà luogo per la prima volta nella Sala delle Cariatidi a Palazzo Reale. L'opera dura poco più di tre ore, compreso l'unico intervallo tra il secondo e il terzo atto, quindi alle 21,15 gli invitati si incammineranno attraverso piazza della Scala, la Galleria e piazza del Duomo, per raggiungere Palazzo Reale.