Ritorna la pellicola proibita sulla guerra civile spagnola

Fu il film destinato a celebrare la vittoriosa conclusione della guerra civile spagnola. Per il regime fascista, il primo kolossal con orbace: ispirato a un episodio realmente accaduto, L’assedio dell’Alcazar racconta della resistenza della città di Toledo all’entrata delle truppe repubblicane. Fu un assedio, quello alla fortezza dell’Alcazar, che durò 68 giorni. Istituto Luce pubblica il film di Augusto Genina in una veste de luxe per collezionisti: un libro ricco di una straordinaria documentazione fotografica dell’avvenimento storico e del backstage del film, e un dvd che consacra un film diventato improvvisamente tabù nel dopoguerra. Fino al 1955, quando tornò nelle sale, ripulito dei dieci minuti sulla partecipazione italiana al conflitto con gli accenni ai massacri compiuti dai rossi. Oggi, il cofanetto targato Istituto Luce ci consegna l’opera intera, con doppio audio italiano (Dolby Digital 2.0 e 5.1), sottotitoli per non udenti e validi extra: due trailer, il mito dell’Alcazar nei cinegiornali d’epoca, i titoli di testa delle versioni tedesca e spagnola, due scene a confronto tra le versioni italiana e spagnola, e un confronto tra versione originale e censurata.

L’ASSEDIO DELL’ALCAZAR - Istituto Luce - Euro 35,99