Ritorna in prigione l’uxoricida scarcerato

Antonio Panzini, 43 anni di Castrocielo (Frosinone), condannato a 16 anni in appello per aver ucciso la moglie nel 2003 perché parlava con un uomo, a gennaio scorso era tornato libero per un vizio di forma. Ieri la Corte d’appello con un decreto straordinario ha ordinato il nuovo arresto dell’uomo perché «soggetto pericoloso che potrebbe reiterare il reato». Gli agenti della mobile romana e quelli del commissariato di Cassino hanno eseguito la nuova ordinanza di custodia in carcere.