Il ritorno di Cassano: fischi e il gol che salva la Roma

Il barese sigla l’1-1 con lo Strasburgo Vince la Samp, il Palermo pareggia

Una vittoria e due pareggi per le italiane nel terzo turno di Coppa Uefa. A Roma è la serata di Antonio Cassano: il barese torna in campo dopo quasi due mesi, viene insultato e fischiato dai pochi tifosi presenti all’Olimpico, ma salva con un suo gol i giallorossi dalla sconfitta con lo Strasburgo, in vantaggio con un gol del difensore Bellaid. Ora bisognerà vedere come si risolverà il suo braccio di ferro con la società per il rinnovo del contratto, anche se il divorzio sembra vicino. Ieri di lui aveva parlato l’ex tecnico giallorosso Carletto Mazzone: «Gli consiglio di lasciar perdere i soldi e di divertirsi a giocare, perchè un giorno potrebbe pentirsene». A Goteborg pioggia e freddo condizionano la partita, ma la Sampdoria vince dopo aver sofferto nei primi venti minuti. Il gol di Djuric viene rimontato con la punizione di Volpi. Nella ripresa calo degli svedesi e reti di testa di Diana e Bonazzoli, che assicurano tre punti pesanti ai blucerchiati. Beffa per il Palermo a Barcellona. La squadra di Del Neri gioca con personalità, va in vantaggio con Gonzalez (ottimo l’assist di Codrea) alla fine del primo tempo, ma viene raggiunta al 91’ dal gol del difensore centrale Moises. E Codrea viene espulso al 93’. ROMA 1
STRASBURGO 1
Marcatori:

7’ st Bellaid,
28’ st Cassano.
ROMA
Curci 6, Panucci 6, Bovo 5,5, Mexes 6, Cufrè 5,5, Aquilani 5,5 (26’ st Taddei sv), Dacourt 5,5, Kharja 5,5, Totti 5,5 (15’ st Alvarez 5,5), Cassano 6 (35’ st De Rossi sv), Nonda 4,5.
Allenatore: Spalletti 6.
STRASBURGO
Puydebois 6, Lacour 6, Bellaid 6,5, Kantè 6 (26’ st Schneider sv), Boka 6, P. Farnerud 6, Faty 6 (35’ st Arrache sv), Johansen 6, A. Farnerud 5,5 (1’ st Krebs 5,5), Gmamdia 6, Dianè 6.
Allenatore; Dugueperoux 6.

Arbitro: Mallenco (Spagna) 6.
Ammoniti: Bovo.
Spettatori: 8.109.