Con il ritorno del freddo colpo di coda dell’influenza

I casi sono in diminuzione, ma con l’arrivo del maltempo gli esperti consigliano di stare in guardia A rischio circa 25mila laziali

Nel Lazio il picco di diffusione dell’influenza risulta ormai alle spalle, i casi sono in diminuzione. Ma gli esperti consigliano massima attenzione ancora per altre due-tre settimane, fino alla soglia delle vacanze pasquali, in particolare per l’alto rischio di contrarre il virus a causa dell’eccezionale ondata di maltempo e freddo che ha colpito in questi giorni la penisola. Secondo gli ultimi dati diffusi dalla rete di sorveglianza Influnet dell’Istituto superiore di sanità - resi noti dalla Regione -, nell’ultima settimana i casi di influenza nel Lazio sono scesi a 4,59 ogni mille abitanti. Tuttavia tra i 5 milioni e mezzo di abitanti della regione, si troveranno a fare i conti con l’influenza, questa settimana, circa 25mila laziali.