Il ritorno di «nonno» Casolari: a 41 anni guiderà la Roma in A2

Nel palmarès dell’anziate due scudetti e tre Olimpiadi

Tempo di acquisti per la Roma Baseball. E che acquisti. Dopo una lunga trattativa, infatti, i «pretoriani» portano a casa, per la prossima stagione, una vera punta di diamante che dovrebbe consentire loro di affrontare a gonfie vele il girone B della serie A2 del campionato. Si tratta dell’anziate Francesco Casolari che, dopo 14 stagioni, torna in giallorosso. Casolari è ancora sulla cresta dell’onda, malgrado i suoi 41 anni e ha un palmares che comprende due scudetti (Nettuno 2001 e Grosseto 2004), dieci anni di nazionale e tre Olimpiadi (Atlanta, Sydney e Atene).
Il girone di A2 vedrà Francesco fronteggiare proprio gli «amici» della natìa Anzio. Ma lui, nato e cresciuto in quella zona del litorale in cui il baseball surclassa il calcio, alle stracittadine ci è abituato.
A fare il resto ci pensa la cabala. Quattro è il suo numero fortunato: 4 stagioni ad Anzio, 4 a Nettuno e, con la prossima, 4 nella capitale. Quattro, poi, sono stati gli anni consecutivi, dal 1995 al 1998, in cui Francesco Casolari è stato leader dei punti battuti a casa, oltre ad essersi aggiudicato (nel 2000) la classifica di fuoricampista, una sorta di capocannoniere del calcio. A 41 anni Casolari, che proviene dalla A1, si mette in discussione in una serie minore. Ma nella quale saprà farsi valere: i lanciatori avversari, infatti, «si sentiranno inibiti dalla mia presenza, esattamente come lo sono stato io in A1 quando dovevo affrontare giocatori stranieri di valore».
Traguardi davvero ambiziosi quelli che si pone la Roma Baseball. Ma difficilmente raggiungibili senza uno sponsor. La caccia è aperta ed è più che mai giusto trovarlo per tenere alto il nome di una città che potrebbe ospitare alcune partite del mondiale 2009, che l’Italia è candidata a ospitare: tanto che è in progetto la costruzione di un nuovo stadio del «batti&corri».