Il ritorno della regina dei videogame In Borsa Nintendo batte Sony

Grazie all'innovativa console Wii, la Nintendo riconquista la leadership nel mondo dei videogiochi, dal 2000 nelle mani della Playstation Sony. In Borsa Nintendo ha raggiunto quota 53 miliardi di dollari. E ora tenta di vincere la battaglia delle vendite

Milano - Che sia la fine dell'era Playstation? Difficile rispondere a questa domanda, ma sicuramente la console della Sony che da anni spopola nel mercato dei videogame è stato messa in seria difficoltà dall'innovativo Wii di Nintendo. E non solo nelle vendite.

Il sorpasso La lunga rincorsa di Nintendo nei confronti di Sony si è conclusa con il sorpasso, almeno quanto a capitalizzazione di Borsa: grazie al Wii, la nuova console che fa partecipare direttamente al videogioco con un controller che simula attrezzi come i guanti da pugile o la racchetta da tennis, il gruppo con sede a Kyoto ha superato la società della Playstation (che ha comunque un fatturato di otto volte maggiore), con un valore di Borsa salito a 53 miliardi di dollari, contro i 52 miliardi della concorrente. Nintendo ha infatti chiuso la seduta con un guadagno dello 0,8% a 45,1 yen, dopo essersi spinta su livelli mai visti prima a quota 46,350 yen. Sony, invece, ha registrato un passo falso, terminando la seduta in calo dell’1,1%. Con questa performance Nintendo entra nella top ten delle azioni giapponesi, insieme a marchi storici come Toyota, Honda e Canon e scalza Sony dal posto di regina dei videogiochi.

Successo internazionale Il successo che Nintendo ha costruito è internazionale: Wii al momento sta battendo la nuova Playstation3 di Sony sia sul mercato giapponese che su quello statunitense. L’idea vincente dei creativi dell’azienda giapponese è stata quella di coinvolgere il giocatore anche fisicamente nell’azione: il controller del Wii, infatti, è dotato di particolari sensori di movimento e accelerazione, che danno a chi gioca la sensazione di partecipare a una "vera" partita di tennis o a un ’verò torneo di golf.

Le vendite Così Nintendo ha riconquistato la leadership nei videogiochi che aveva dovuto cedere nel 2000 proprio alla Sony, con il lancio di Ps2. Secondo la società di ricerche di Tokyo, Enterbrain, nel mese di maggio Nintendo ha venduto il quintuplo delle console rispetto a Sony in Giappone, mentre ad aprile il rapporto era stato quattro a uno. Quanto agli Stati Uniti, Nintendo a maggio ha venduto 338mila console, contro le 81.600 di Sony e la 154.900 di Microsoft.

Fatturato in crescita A Nintendo non resta che tentare il colpaccio e superare Sony anche nelle vendite complessive nel settore delle console per videogiochi. Nell’esercizio terminato a marzo, Nintendo ha registrato un fatturato pari a 966,5 miliardi di yen e ha previsto per l’anno in corso un aumento a 1.140 miliardi: Sony, invece, nel settore giochi ha raggiunto l’anno scorso vendite pari a 1.020 miliardi, ma non ha fornito indicazioni sulle previsioni per quest’anno.