Ritratto in musica di Max Pezzali

(...) o a quella di chi lo ascolta. A volte stupisce per la familiarità delle sue storie, che sembrano essere quelle di tutti. Il fatto è che Max Pezzali è un bravo cercatore di storie, scritte con la semplicità di chi è riuscito ad annullare ogni distanza tra l'osservazione e la scrittura: semplicemente scrive quello che vede intorno a sé.
Perché hai scelto il titolo Time Out per l'ultimo album? Può essere anche essere interpretato negativamente, Fuori Tempo.
«È un titolo scelto per il suo suono, senza un particolare perché, racconta il senso di questo disco, che celebra la vita nella sua straordinarietà e la capacità, e il desiderio, di saperla godere, adesso e qui. Magari approfittando di un Time Out, di una "sospensione" che aiuti a riordinare le idee e a recuperare il fiato prima di riprendere il gioco. Prendete il concetto e calatelo nella vita quotidiana: c'è qualcuno che può chiamarsi fuori dall'argomento?»
Hai lanciato il tuo secondo singolo Sei fantastica, l'unica canzone d'amore del cd ed un elogio alla donna corredato di video.
«Volevo un video fatto da una donna per le donne; così ho affidato la regia a Romana Meggiolaro, le ho lasciato carta bianca, mi sono semplicemente presentato sul set. Nel video ci sono tre figure di donne diverse tra loro, tre universi femminili ritratti nella loro quotidianitàLe donne sono diverse, ma tutte fantastiche nello stesso modo e per motivi diversi. Hostess di linea, prostituta e boxeur: queste sono le donne descritte e questi sono i personaggi scelti per evidenziare il forte contrasto tra i ruoli, diverse realtà dell'universo femminile. O forse sono la stessa persona: ogni donna è un universo complesso e articolato, contrariamente agli stereotipi che tendono a semplificare la figura femminile in categorie umane rigide e anacronistiche».
Come suggerisce la copertina Time Out è un ritratto in musica del Pezzali 2007: il tempo di qualche ricognizione tra le canzoni e ci si accorge che ciò che si sta osservando è la nuova foto di Max Pezzali, quella che lo accompagnerà in tournée tra l'autunno di quest'anno e l'estate 2008. Il nuovo capitolo di una lunga storia, sempre più avvincente, perché «non c'è rotta che è sicura, non c'è e mai ci sarà», come recita Max in una sua canzone.