Il ritratto sul dollaro non gli fa giustizia

Il dollaro non gli fa un favore. Nel senso che George Washington sembrerebbe molto più brutto di quanto fosse in realtà. Anche se ormai è difficile, per gli americani e per tutto il resto del mondo, distinguere l'immagine del presidente da quella che troneggia sulle banconote, secondo gli esperti il ritratto scelto dalla zecca non farebbe onore alla vera immagine del generale. A Mount Vernon, dove si trova un museo dedicato a George Washington, gli studiosi non hanno dubbi: fra tutti i ritratti possibili, per le banconote da un dollaro è stato selezionato decisamente il peggiore. Quello in cui appare con le guance gonfie e il naso grosso e schiacciato, realizzato da Gilbert Stuart quando Washington portava già la dentiera, che però era della misura sbagliata: ecco perché le guance apparirebbero «ingrossate» in modo anomalo. Secondo i ricercatori sarebbe stato molto più opportuno scegliere uno dei sette ritratti di Charles Willson Peale, realizzati quando il presidente era un po' più giovane. Oppure il busto dello scultore Houdon, che appare sulle monete da 25 centesimi.