Rivarolo Pesta la moglie A Bargagli botte al rivale

Due brutte storie familiari a Genova. Un uomo ha aggredito l’ex moglie davanti alla figlia di 9 anni e poi si è scaglia contro gli agenti delle volanti della questura: un genovese di 47 anni è stato denunciato a piede libero per resistenza, minacce a pubblico ufficiale ed ubriachezza molesta. L’episodio è avvenuto mercoledì sera a Rivarolo. A dare l’allarme sono stati i vicini di casa allarmati dalle intenzioni dell’ex marito che, completamente ubriaco ed accecato dalla gelosia, aveva aspettato la donna al suo rincasare, colpendola più volte al viso davanti alla figlioletta. A Bargagli, invece un ventisettenne è stato picchiato a sangue con calci e pugni dall’ex marito dell’attuale compagna. L’ uomo originario della Campania ma residente a Genova, martedì sera è stato picchiato da un gruppo di quattro persone alla testa del quale ci sarebbe stato l’ex marito della sua attuale fidanzata. Una spedizione punitiva per gelosia avvenuta a Bargagli, nell’entroterra di Genova alle porte con la Valfontanabuona. I quattro hanno aspettato il giovane sotto la sua abitazione: in tre lo hanno immobilizzato mentre l’ex marito lo ha preso a calci e pugni minacciandolo di morte. La vittima è stata soccorsa da alcuni passanti che lo hanno visto atterra dolorante e hanno dato l’allarme.