Rivelazioni James Blunt: «Ho evitato la terza guerra mondiale»

James Blunt, il cantautore britannico di «You’re Beautiful» che prima di intraprendere la carriera musicale era un ufficiale della cavalleria, avrebbe «sventato la Terza Guerra Mondiale» quando, nel 1999 in Kosovo, si era rifiutato di obbedire al generale americano Wesley Clark che gli aveva ordinato di sopraffare un battaglione di 200 soldati russi. «Ero l’ufficiale responsabile di una truppa», ha spiegato Blunt ai microfoni di Bbc Radio 5, aggiungendo che «era una situazione folle». Il generale Clark aveva detto loro di raggiungere una pista di atterraggio e di assumerne il controllo, ma i soldati russi erano arrivati prima e «ci puntavano le armi addosso in maniera aggressiva». Blunt, il cui racconto è stato confermato dal generale britannico Mike Jackson, che in quell’occasione si oppose alla decisione di Clark, ha proseguito: «Le conseguenze pratiche di questa decisione politica sarebbero state un atto di aggressione nei confronti dei russi. Per fortuna, prima che la situazione degenerasse, il generale Jackson intervenne e disse: «Non voglio che i miei soldati siano responsabili di aver dato inizio alla Terza Guerra Mondiale. Se fossero andate diversamente le conseguenze sarebbero potute essere disastrose».