Rivelazioni La Merkel: «La Stasi cercò di reclutarmi»

I servizi segreti della Ddr tentarono di reclutare Angela Merkel, che declinò abilmente l’offerta. Lo ha rivelato ieri sera in un talk show della prima rete tv Ard lo stesso cancelliere, che racconta come la Stasi la contattò dopo un colloquio di candidatura per un posto di assistente alla «Technische Universitaet» di Illmenau. Al termine del colloquio la Merkel venne condotta in una stanza dove trovò un ufficiale della Stasi. «Ho detto subito che non era una cosa per me», spiega la Merkel, che si era preparata da tempo con la sua famiglia su cosa rispondere per far fronte ad un eventuale tentativo di ingaggio. La strategia adottata era quella di sostenere di avere la lingua troppo sciolta e di raccontare sempre agli amici tutto ciò che le accadeva. «Bastava questo - ricorda il cancelliere - poiché il silenzio era (per la Stasi, ndr) la condizione base per decidere se uno era adatto». Dopo il tentativo la Merkel non ricevette più offerte, ma non ottenne nemmeno il posto ambito.