Rivivono gli anni d’oro del Tigullio

Cinquanta, Sessanta, Settanta. Gli anni d’oro del Tigullio rivivranno domani alle 18 nel terzo incontro di «Tigulliana 2007», rassegna organizzata dall’Anpai-Tigullio Events con il patrocinio del Comune, in programma sulla terrazza di Villa Durazzo a Santa Margherita.
Al «caffè letterario», sotto la regia di Marco Delpino, i giornalisti Mimmo Amgeli, Mauro Boccaccio e Sandro Sansò e il vice direttore dell’Anpai Silvio Landriani trascineranno il pubblico in una carrellata di fatti, episodi, luoghi e personaggi che spazierà dal dopoguerra sino agli anni del benessere economico, fino a quando cioè Santa Margherita e Portofino, da luoghi di pescatori, mariani e contadini, si trasformarono in culle del turismo internazionale.
E gli ingredienti per un cocktail d’autore ci saranno tutti.
Si parlerà infatti del «Carillon» di Giovanni Zanier e del mitico «Covo di Nord Est», della «Gritta» di Lorenzo Raggio a Portofino e del bar «Colombo» sulla passeggiata a mare di Santa Margherita. Si parlerà ancora dello champagne «Comte de Comte Taittinger» (che «scorreva a fiumi») e del Rolex d’oro al polso dei cummenda; delle Maserati e delle «500» con il tettuccio apribile, del «Barracuda» sulla costa, del gelato «da Giovanni» e del paciugo della «Ginetta» a Poertofino.
Ma non mancheranno i personaggi: dall’indimenticabile Gigi Figoli ad Amintore Fanfani, da Nunzio Nutrizio a Frank Sinatra, da Salvator Gotta a Vittorio G. Rossi passando attraverso il ricordo di un golfo del Tigullio che fu luogo ideale di vacanza di molti attori e cantanti, re e principesse, tutti miti immortalati dai paparazzi attenti a cogliere un attimo di quella «dolce vita» al sapore di mare di felliniana memoria.