La rivolta del Centro ovest contro degrado e criminalità

Il Ponente scende in piazza. Sfida le istituzioni scegliendo la forma di protesta tipica della sinistra. E lo fa per urlare tutta la sua disperazione per le condizioni di vivibilità della zona. È il «Comitato per la vivibilità Centro Ovest» che chiama a raccolta i cittadini. E dà appuntamento per domattina alle 9.30 in piazza Montano a Sampierdarena a tutti quanti vogliano far sentire la loro voce di protesta per il degrado in cui versano la stessa Sampierdarena, il Campasso e in tutto il centro ovest.
«Tanto più sarà massiccia la partecipazione dei cittadini - recita il volantino che annuncia il corteo - tanto più forte sarà il segnale che giungerà alle istituzioni». Sicurezza, maggior presenza delle forze dell’ordine, diritti dei genovesi da privilegiare rispetto a quella degli immigrati, soprattutto se clandestini, nell’assegnazione di case e di aiuti alle famiglie, nell’accettazione dei figli in scuole e asili: sono questi i punti su cui il comitato vuole richiamare l’attenzione. E alla testa del comitato c’è Fabio Costa, candidato alla presidenza della circoscrizione per il centrodestra. «Non so se sarò eletto presidente - assicura - ma anche se lo fossi posso garantire che queste manifestazioni continuerebbero, non mi fermerei di sicuro».