La rivolta dei vetturini «fermati» dalla Cirinnà

Alla fine, sotto un sole torrido come una fornace, li hanno dovuti giustamente fermare. E loro, i vetturini delle botticelle, se la sono presa a male andando a protestare in Campidoglio. «Abbiamo manifestato tutti insieme (sono 43) contro questo regolamento voluto dalla Cirinnà - dice il rappresentante-. Siamo saliti in Campidoglio e ci hanno assicurato che fino al 6 luglio ci daranno una tregua, speriamo bene». Il Regolamento, entrato in vigore il 15 giugno, dispone lo stop delle vetture dalle 13 alle 16 e il divieto, sistematicamente ignorato, di sovraccarico. «Le regole vanno rispettate anche quando possono creare problemi- ribatte Cirinnà -. E la protesta di ieri in Campidoglio ha visto, come al solito, i cavalli usati per interessi umani e lasciati per un’ora sotto il sole cocente, quello stesso sole sotto il quale i vetturini fanno trainare ai loro cavalli carrozze che vuote pesano circa 800 chili».