Rivoluzione Amt: nuovi bus, «palette» e sei ascensori per arrivare in collina

Look innovativo e tante novità alle fermate degli autobus attenderanno da febbraio chi si serve quotidianamente dei mezzi pubblici. «Il nostro scopo è sempre stato quello di orientare l'azienda verso i clienti, e i risultati del 2006 confermano la bontà del nostro impegno e delle nostre attività - dice Hubert Guyot, amministratore delegato Amt -. I passeggeri lo scorso anno sono aumentati rispetto al 2005 di tre milioni e seicento mila unità. Dal 20 ottobre a fine dicembre abbiamo venduto più di 7000 abbonamenti giovani e più di 1700 per gli addetti ai lavori». Sulla corsia preferenziale di Amt transitano molte novità: 40 nuove paline, bacheche informative, 2 totem, cartelli indicatori e 14 nuovi autobus in circolazione auto finanziati dall'azienda con un esborso di tre milioni di euro. «A ogni fermata i clienti potranno leggere una serie di informazioni utili per spostarsi facilmente in città - spiega la direttrice clienti Amt Christine Buckingham -. Sulle paline si potranno leggere indicazioni sulla zona, il nome della fermata, l'elenco delle linee che gravitano in quel nodo contraddistinte da differenti colori. Verrà anche tracciato su questi pannelli il percorso completo di ciascuna linea e ogni possibilità d'interscambio. In più verranno segnalati i punti d'interesse artistico e commerciale della zona attorno alla fermata, e nelle sale d'attesa della Cemusa posizioneremo circa 400 mappe di quartiere. In circolazione ci saranno anche 6 nuovi autobus da 9 metri della Breda e 14 mezzi da 18 metri della Van Hool».
Un progetto ambizioso che vedrà piazza Dante come zona pilota con interventi che prenderanno il via già dai primi di febbraio. Seguiranno via Fillak, piazza Masnata, Piazza Verdi a Brignole e Piazza Acquaverde a Principe. Per la seconda fase d'interventi, che interesseranno la stazione metropolitana di De Ferrari, l'ascensore di Spianata Castelletto e la funicolare di Sant'Anna, si dovrà attendere l'autunno, ma sarà entro il 2010 che le circa 2500 paline della città vedranno una progressiva sostituzione. «Sono soddisfatto di come sta procedendo questo lavoro - commenta l'assessore al traffico del Comune Arcangelo Merella -. L'azienda fino ad un anno fa era sull'orlo del fallimento con debiti altissimi». Merella non nasconde che esistano ancora dei problemi da risolvere in merito alla tracciatura delle strisce gialle, alla pulizia dei mezzi pubblici, alla loro manutenzione e al sovraffollamento alle fermate. Nei prossimi giorni l'assessore ha promesso di parlare con i responsabili di Amt in merito alla possibilità di far transitare sulle corsie gialle i mezzi a due ruote, mentre dall'azienda arriva la notizia delle reintroduzione della filovia già dal prossimo mese, e la possibilità di creare sei nuovi impianti di ascensori che colleghino le colline al fondo valle. Fra le ipotesi quella di creare un impianto ad Apparizione, nella zona di via Tanini, dove sarebbe impossibile allargare la strada senza abbattere alcuni palazzi.