Rivoluzione in mensa: aumenti del 44% sconti a chi ha più figli

Le rette della refezione che lievitano come il pane. Da un anno all’altro le famiglie della fascia più alta (reddito da 78.400 euro in su) sborseranno alla Milano Ristorazione 208 euro in più. Il ritocco sfiora il 44 per cento. Per la prima volta però arrivano anche gli sconti, rivolti alle famiglie numerose, indipendentemente dal reddito. Così, a parità di fascia più alta, la spesa della refezione sarà dimezzata per il secondo e terzo figlio. Non solo: aumenta alla grande l’esenzione. Le famiglie che non pagavano la refezione l’anno scorso erano 800, quest’anno arrivano a 7mila. E per 35.400 genitori le tariffe restano invariate. Vista così la nuova politica del Comune assomiglia alla filosofia di Robin Hood, «togliamo ai ricchi per dare ai poveri». Però come ogni cambiamento è destinato a sollevare proteste. A cominciare dalle mamme di Retescuole che hanno addirittura lanciato una raccolta firme per chiedere al Comune di bloccare gli aumenti. «Erano sei anni che non ritoccavamo le cifre», spiega l’assessore all’Educazione Mariolina Moioli, che in base alle tariffe riflette: «Se fossi una mamma mi vergognerei a lamentarmi».