Rivoluzione negli Emirati: la portabandiera è una donna

Lei è Sheikha Maitha Mohammed bin Rashid Al-Maktoum, non sappiamo bene come faranno a cucirlo per intero sulla tuta con cui gareggerà nel taekwondo. Più semplicemente, allora, è la figlia del primo ministro degli Emirati Arabi Uniti e, se probabilmente detiene il primato del nome più lungo tra gli atleti, di sicuro detiene un altro record: è la prima donna che viene scelta come portabandiera per un Paese del Golfo. Un gesto significativo, dai risvolti politici e religiosi. A 28 anni, in mezzo alle polemiche cinesi sulla libertà, una bella soddisfazione.