Robbie Williams è fuori dal tunnel

Los Angeles - Fuori dal tunnel. Nemmeno un mese di clinica disintossicante et voilà... sei come nuovo. Chiedere a Britney Spears, ma non al suo parrucchiere. Oggi il cantante inglese Robbie Williams è stato dimesso dalla clinica americana Cottonwood di Tucson dove era ricoverato per dipendenza da farmaci anti-depressivi dallo scorso 13 febbraio, giorno del suo trentatreesimo compleanno. La portavoce del musicista ha comunicato che "Robbie Williams ha completato il suo soggiorno in Arizona e continua adesso un programma terapeutico post-degenza a Los Angeles".

Considerato uno degli entertainer di maggior successo in Europa, Williams è diventato famoso grazie alla boy band "Take That" prima di avviarsi alla carriera di solista e ha alle spalle diversi tentativi di disintossicazione da droga e alcol dopo lo scioglimento del gruppo musicale nel 1995. Malgrado continui ad avere successo come cantante ha confidato in una recente intervista che non riesce a scrollarsi di dosso la depressione. Vive da tempo a Los Angeles dove la mamma Jan è volata dal Regno Unito per accudirlo.