Robert De Niro derubato dalla baby sitter del figlio

da New York

Robert De Niro è stato «ripulito» dalla cameriera. La donna, una polacca che il divo aveva assunto per occuparsi del figlio Elliot, ha rubato quasi 95.000 dollari tra gioielli e vestiti dalla casa dell'attore nell’Upper West Side di Manhattan. Lucyna Turyk-Wawrynowcz, una statuaria bionda di 35 anni, aveva fatto da babysitter anche a casa di Isabella Rossellini e di Candice Bergen e anche da loro avrebbe portato via oggetti di valore, secondo le accuse della polizia riportate ieri dai tabloid di New York.
La donna è stata arrestata l’altro ieri nella sua casa di Queens, dove gli agenti hanno trovato un paio di orecchini da 95.000 dollari appartenuti a Grace Hightower, moglie del due volte premio Oscar.
In casa della baby sitter dei vip sono stati trovati anche altri capi di lusso appartenenti a un’altra vittima altolocata, di cui però non è stato rivelato il nome. La donna ha detto alla polizia che la Turyk-Wawrynowcz l’aveva ricattata minacciando di denunciare alla stampa che il marito l'aveva molestata sessualmente e che lei aveva respinto le sue avances. La donna, all’epoca, non aveva sporto denuncia.
Una disavventura a lieto fine per De Niro, che sta preparando il suo prossimo ruolo, quello di un uomo la cui moglie, Meryl Streep, diventa il primo presidente donna degli Stati Uniti. First Man, questo il nome del film, sarà diretto dall’esordiente Diane English, autrice anche della sceneggiatura.

Annunci

Altri articoli