Robert Fripp con «Soundscapes» dà il via al festival

«Le mie performance fanno parte di una serie che cerca nuove forme di espressione sonora»

Marco Guidi

Sarà il chitarrista Robert Fripp, con il suo progetto «League of Crafty Guitarists» (primo ensemble musicale composto soltanto da chitarre), ad aprire stasera il Festival di Villa Arconati. Il pubblico assisterà alla performance dell’artista inglese, denominata dallo stesso autore «Soundscapes».
«Le performance chiamate Soundscapes - spiega Fripp - fanno parte di una serie che ha lo scopo di trovare nuovi modi in cui intelligenza e musica, definizione e scoperta, cortesia e reprocità possano entrare in un’esibizione, sia da parte del musicista che dell’audience».
Nove chitarre sul palco, supportate dalle più moderne tecnologie digitali. Un suono ricco e pieno, quasi da orchestra sinfonica, con brani che possono durare anche decine di minuti. Il Fripp di oggi è diverso da quello degli inizi con i King Crimson. Pur mantenendo inalterata la propria sensibilità, il chitarrista del Dorset non si stanca di sperimentare nuovi suoni ed esplorare terreni sconosciuti.
Nato nel 1946 a Wimborne Minster, nel Sud dell’Inghilterra, Robert Fripp inizia ad appassionarsi alla chitarra a undici anni. Poco talento, molta voglia di imparare, come riconosce lui stesso. Nei primi anni Sessanta entra per la prima volta a far parte di un gruppo, i League of gentlemen. Senza grande fortuna.
La sua carriera spicca il volo dopo l’incontro con Mike Giles e Greg Lake. I tre fondano insieme i King Crimson, nel 1969. È subito successo, grazie al lancio di In the court of the Crimson King, primo album della band. Nel 1974 il progetto King Crimson viene accantonato e Fripp si dedica allo studio delle discipline di Gurdjeff.
Trasferitosi a Berlino, comincia a collaborare con artisti del calibro di Brian Eno e David Bowie. È però a New York che Fripp torna a riaffermarsi nel «musicbiz». Prima da solista, poi con una nuova formazione dei King Crimson. Infine con i The League of Crafty Guitarists, nati nel 1986 e molto attivi ancora oggi. Come è pronto a verificare stasera il pubblico di Villa Arconati.
Robert Fripp, Festival Villa Arconati, Castellazzo di Bollate, ore 21.30, info 800-474747, ingresso 25 e 20 euro.