Robert Grosseteste

Robert Grosseteste
Inglese, nacque a Stradbrook, nel Suffolk, nel 1175. Si fece francescano e dal 1222 fu cancelliere nell'università di Oxford. Due anni dopo fu anche maestro di teologia nel celebre Studium che i francescani tenevano nella stessa città. Nel 1235 venne creato vescovo di Lincoln. Profondo conoscitore del greco, tradusse in latino importanti opere, tra cui il De fide ortodoxa di s. Giovanni Damasceno, gli scritti dello pseudo-Dionigi e l'Ethica Nicomachea di Aristotele. Egli stesso scrisse trattati di filosofia e di fisica ed ebbe come discepolo Ruggero Bacone. Morì a Lincoln nel 1253. Fu uno dei filosofi e scienziati più famosi del suo tempo. Fu lui a iniziare quel vasto movimento scientifico che ebbe Oxford come centro e Bacone come grande continuatore. Immediatamente dopo la sua morte fu venerato come santo e la sua tomba divenne prestissimo meta di pellegrinaggi per via dei miracoli che vi si lucravano. Nel 1295 questi pellegrinaggi si erano fatti talmente imponenti da obbligare il vescovo di Lincoln a nominare un «custode» della tomba di Robert Grosseteste, che si trovava nella cattedrale. Nel 1315 il nuovo vescovo, Dalderby, concesse quaranta giorni di indulgenza a tutti quelli che venivano a venerare le reliquie del Beato. Nel 1320 la ricorrenza della sua morte ebbe anche una sua celebrazione liturgica. Fin dal 1254 un famiglio del defunto vescovo di Lincoln, tale Nicolas il Greco, fu mandato a Roma con la richiesta di aprire la causa di canonizzazione. La richiesta venne ripetuta anni dopo e una commissione fu effettivamente creata. Ma non ne seguì mai nulla. www.rinocammilleri.it