Rocchi in agguato Kakà presuntuoso

LAZIO
SV PERUZZI Stato influenzale. Si arrende all’intervallo senza neanche sudare. 1’ st BALLOTTA sv.
6 BEHRAMI. Neanche la presenza di Kakà, dalle sue parti, lo impressiona più di tanto.
6 SIVIGLIA. Non è complicato mettere le ganasce al Gila.
6 CRIBARI Salva su Seedorf un gol quasi fatto.

6 ZAURI È il capitano e assolve al compito senza problemi.
6 MUDINGAYI Per cominciare, tira un paio di randellate alle altrui caviglie: capisce che non è il caso di esagerare.
6 LEDESMA Dai 25 metri sente puntualmente odore di gol. E appena può prova il tiro.
5,5 MUTARELLI Si vedono scintille nei duelli con gli spigoli di Gattuso.
6 MAURI Gli rimproverano la liason con la Lodo: forse è invidia.
6 ROCCHI È vivo, in agguato, capace di sbucare alle spalle.
5 PANDEV Aspetta sempre l’occasione buona per il contropiede.
All. ROSSI 5. Con quel che gli passa Lotito…
MILAN
7 DIDA Alla prima puntura di Rocchi si tuffa, alla seconda ha un guizzo da panterona. È tornato per cancellare ogni dubbio.
6 CAFU Se resta a guardia del bidone niente da dire. Se si fa prendere dai bei ricordi, allora dimostra i suoi anni.
6,5 BONERA Si addormenta in area una sola volta e può essergli fatale, poi si applica come per la prova agli esami di stato.
6 MALDINI Sbaglia i primi tre passaggi di fila: un record, negativo. Cancellato più avanti da interventi puntuali.
6 JANKULOVSKI Della sua corsia è diventato il titolare: prova e riprova, con i cross, a cercare la testa dei suoi.
6 GATTUSO Scorta chiunque abbia il pallone tra i piedi.

6 PIRLO Per lanciare ha bisogno di punti di riferimento.

6 BROCCHI Tampona ma non riparte, copre ma non attacca.
5 SEEDORF Promette sempre grandi giocate ma non mantiene quasi niente nonostante giochi nel ruolo preferito.
5,5 KAKÀ Ritorna dopo quasi un mese di assenza, si scalda per un tempo, poi si sveglia tirando in porta ovunque si trovi. Anche a distanza siderale.
5 GILARDINO Lo criticano, lo censurano ma dovrebbero almeno consentirgli un tiro in porta. E invece fa solo la sponda.
All. ANCELOTTI 5. A chi gli rimprovera Ronaldo, mostri il deserto di ieri sera all’Olimpico.
Arbitro SACCANI 6. Cresce in personalità e precisione: fosse che fosse la volta buona.