Rock e trallallero col Conservatorio

Primavera ricca e stravagante, quella del Conservatorio «Paganini», che ha presentato ieri la sua imminente stagione di concerti. Ricca, perché i prossimi due mesi saranno densissimi di appuntamenti (praticamente uno al giorno); stravagante, perché unisce eventi di natura completamente diversa, dai concerti alle mostre (omaggio a Margherita Carosio), dalla presentazione di libri ai seminari (Quirino Principe), dalle conferenze alla partecipazione ad eventi civili; e potremmo aggiungere anche multiforme dal punto di vista musicale, perché accanto alla cosiddetta musica «colta», verranno proposti concerti di musica popolare, elettronica, arrangiamenti jazzistici e - strano a crederci - esecuzioni rock. In barba a chi crede che il Conservatorio sia la tana del conformismo senza vie di scampo.
«Mi verrebbe da dire che la coerenza c'è ma non si vede - ha esordito il direttore Patrizia Conti - perché mi rendo conto che un occhio esterno, leggendo un cartellone così eterogeneo, possa forse cogliere una certa "confusione". In realtà, questa varietà di manifestazioni esprime semplicemente l'anima stessa del nostro Istituto, che è di sua natura poliedrico; ma ci tengo a far notare che tutto è sviluppato intorno agli studenti, sempre e comunque i veri protagonisti delle nostre iniziative».
Allora, accanto ai tradizionali e «classici» saggi di classe e concerti finali (di allievi ma anche di professionisti), ecco spuntare il Gruppo Spontaneo Trallalero (17 maggio, Salone del Conservatorio) e i Campanari liguri (5 giugno, parco di Villa Bombrini); oppure, in occasione del Nime 2008 (new interfaces for musical expression), il concerto inaugurale di musica elettronica, con interpreti e proiezioni (4 giugno Casa Paganini).
Poi il concerto per le Celebrazioni della Festa della Repubblica (2 giugno Sestri Ponente) e quello per il 64° anniversario dell'eccidio della Benedicta (8 giugno, Bosio AL); gli eventi fuori sede, in primis il concerto per la festa di S. Giovanni Battista per i genovesi di Trastevere (24 giugno, Roma), il Mantova Musica Festival (22 maggio) e gli appuntamenti internazionali (3-10 luglio, Damasco).
Pagina a parte merita la Notte Bianca del 21 giugno, data della festa europea della musica, che prevede 14 ore di musica e attività correlate (compresa la proiezione serale di uno dei balletti di Nervi, per nostalgici e non), tutto al Conservatorio e nel suo parco. Aggiungiamo che in questa occasione ci sarà, in collaborazione con Poste Italiane, l'annullo filatelico (creato in esclusiva per il "Paganini") e l'emissione di un nuovo francobollo dedicato all'anniversario pucciniano, sempre per festeggiare la Musica con un tocco di originalità in più.
Si conclude il 7 luglio al Politeama Genovese, con la Premiazione inno della Marina Mercantile, frutto del recente concorso creato ed organizzato dal Conservatorio e che ha visto vincitore il compositore Marco Fasoli; il creatore, finalmente, di un inno che mai è esistito e che verrà eseguito in prima assoluta.