«Rock in Idro» Musica ribelle

«Rock in Idro» ovvero la grande festa delle chitarre elettriche. L'happening all'Idroscalo (località Punta dell'Est), risposta milanese ai grandi «open air festival» delle ultime settimane di Londra (il mitico Reading) e Parigi (Rock en Seine), doveva essere una sorta di punto di incontro ideale per icone vecchie e nuove della scena rock internazionale. Dall'inossidabile Iggy Pop, il padre del punk-rock statunitense, alla testa dei ritrovati Stooges, gruppo cardine dell'hard rock Usa anni 60 (dal vivo ieri sera), fino a Pete Doherty, la rockstar più chiacchierata e ribelle del momento, fidanzato a intermittenza della modella Kate Moss, per gli appassionati di musica il leader dei defunti Libertines e ora dei Babyshambles. Purtroppo questi ultimi, attesi in serata, hanno dovuto dare forfait all'ultimo minuto: i medici della clinica in cui Doherty si sta disintossicando dalle droghe non gli hanno concesso l'ok per espatriare.
La seconda e conclusiva giornata di «Rock in Idro», che coincide con l'unica tappa del «Deconstruction Tour», storica kermesse itinerante dedicata al punk-rock, non perde comunque motivi di interesse. A guidare l'agguerrita pattuglia odierna troviamo i Pennywise. I quattro di Hermosa Beach, California, si sono dimostrati nel corso di una carriera ultradecennale diligenti e apprezzati attivisti dell'estetica punk, miscelando con maestria rumore e melodia.
Largo poi ai Buzzcocks, un pezzo di storia del punk-pop britannico più leggendario (quello pionieristico del 1977); ai Rise Against, esponenti di punta dell'hardcore melodico americano e, soprattutto, ai Gogol Bordello dell'estroverso cantante-chitarrista-deejay-attore Eugene Hütz, formazione newyorkese che dispensa un punk rock zingaro-balcanico davvero contagioso. Dal vivo, lui e i suoi sono grotteschi ed epici: d’altronde Hütz, come leggenda vuole, avrebbe lasciato l'Ucraina del dopo Chernobyl nel 1989, approdando negli Stati Uniti dopo svariate peregrinazioni tra i campi nomadi di mezza Europa.
Concerti (in tutto sono 21) al via dalle 13, biglietto d'ingresso 27 euro.