Da Rogoredo alla Bovisa, in arrivo 4mila nuovi alloggi

La fame di alloggi di Milano sta per essere saziata: sono partiti una serie di progetti, in diverse zone della città, per costruire 4240 alloggi di cui 1300 in affitto.
Uno dei più grandi quartieri di edilizia sostenibile sorgerà a Merezzate, a due passi dalla stazione di Rogoredo: 950 appartamenti a prezzi calmierati in vendita e in affitto (109 in affitto sociale); 180 in affitto convenzionato e il restante in vendita convenzionata in diritto di superficie. Il bando del Comune prevede che gli appartamenti siano destinati a giovani coppie, studenti fuori sede, immigrati e forze dell’ordine. L’area si estende per 67mila metri quadri, suddivisa in 45mila di edificato e 32mila metri quadri di parco. Poi ci sono i servizi per i nuovi residenti: il progetto prevede la realizzazione di una scuola media, un poliambulatorio, un centro ricreativo, una palestra e un asilo nido.
A nord ovest, a due passi dal sito espositivo di Expo, nascerà un altro grande quartiere residenziale. Stiamo parlando dell’operazione Cascina Merlata di Euromilano. Su una superficie di 530.000 metri quadri racchiusi tra la linea dell’alta velocità, il polo fieristico di Rho-Pero, la statale del Sempione e il cimitero Maggiore, sorgeranno 323mila mq di alloggi - di cui il 60% di residenze convenzionate e agevolate - immersi tra i 4mila alberi del parco. Accanto alle torri, alte tra i 9 ai 23 piani, apriranno un nuovo polo scolastico, un centro per anziani, un albergo e un grande centro commerciale, inserito in un vero e proprio distretto di uffici.
Si chiama Nuova Bovisa, l’altra scommessa di Euromilano che punta ridisegnare il volto del quartiere all’ombra dei gasometri. Non a caso questa zona, che ospita il Politecnico, è destinata a diventare il primo vero polo internazionale dedicato alla ricerca e all’innovazione sui temi dell’energia e della mobilità sostenibile. Qui sorgeranno anche 2500 appartamenti, suddivisi in 122mila metri quadri di edilizia convenzionata e 40mila di housing sociale.
Palazzi, case in vendita ein affitto a prezzi sociali stanno spuntando a macchia di leopardo per tutta la città, all’insegna della programmazione urbanistica - è finita l’epoca dei quartieri dormitorio - e della sostenibilità ambientale: quasi tutti gli edifici, infatti, sono in classe A e serviti dal teleriscaldamento. Non solo appartamenti però: ogni quartiere prevede una parco e servizi per i nuovi residenti.
Così Legacoop abitanti Lombardia realizzerà un centinaio di appartamenti ad Affori e altro 60 ricavati dal recupero di villa Trotti nel centro storico di Niguarda, mentre altro 180 sorgeranno in via Palizzi in zona Certosa.
l progetto del comune prevede la riqualificazione dell’area antistante la stazione di Certosa, compresa tra le vie Palizzi, Fattori ed il tracciato ferroviario, con la realizzazione di funzioni commerciali oltre a parcheggi di interscambio. Su un superificie complessiva di 11.923 metri quadri, di cui il 10% adibito a grande parco pubblico, sorgeranno anche torri destinate a residenze a canone libero (mq 2.862) e convenzionato (mq 5.186).
Non solo Milano, la fame di alloggi presto verrà sfamata anche nell’hinterland dove, tra Rho, Cascina Bergamella e Sesto San Giovanni, e assago verranno realizzati dalle cooperative 2940 appartamenti.