Rom, parlamento europeo sul caso Italia Veltroni: "La clandestinità non sia reato"

Mentre il ministro dell'Interno Maroni lavora sul pacchetto sicurezza da presentare mercoledì al cdm, Veltroni tuona contro il governo: "Il reato d'immigrazione clandestina intaserebbe le carceri e spingerebbe nel crimine anche chi viene da noi solo per lavorare". Intanto Frattini bacchetta la Spagna: "Basta invasioni di campo"

Roma - Il ministro dell’Interno Roberto Maroni è al lavoro sul pacchetto sicurezza da presentare al cdm di mercoledì che si terrà a Napoli. Argomento che fa discutere e genera polemiche con l’opposizione mentre sullo sfondo restano le frizioni fra Italia e Spagna sugli immigrati. Il leader del Pd, Walter Veltroni, annuncia che la sua forza politica è contraria a che l’immigrazione clandestina diventi reato. Per Veltroni questa sarebbe una "misura inutile e persino dannosa". Piuttosto per il leader del Pd "il problema dell’immigrazione va affrontato invece con un forte rapporto con l’Europa: le politiche della sicurezza e quelle dell’immigrazione devono essere raccordate e i controlli devono avere una dimensione continentale". In quest’ottica il Pd "è favorevole - dice Veltroni - a riprendere, integrandole coerentemente, le proposte del pacchetto Amato".

Anche Casini: no al reato Sul pacchetto sicurezza il leader dell’Udc, Pier Ferdinando Casini, fa sapere che i centristi voteranno a favore dei provvedimenti del governo in materia di contrasto all’immigrazione clandestina, a patto che non sia introdotto il reato di immigrazione clandestina che si trasformino in 'garanti' dell’immigrato quanti usufruiscono dell’aiuto di badanti in nero, consentendo quindi anche l’emersione a livello fiscale e che non si faccia ricorso ai militari per la gestione dell’emergenza.

Il Pdl: "Il Paese vuole risposte chiare" Il capogruppo al Senato del Pdl, Maurizio Gasparri, osserva che il "chiaro mandato che gli elettori hanno conferito al Pdl impone di dare subito risposte decise sulla sicurezza ed il contrasto dell’immigrazione clandestina. Il governo saprà agire per sanzionare chi rimane in Italia da clandestino con le misure più drastiche e in linea con le norme europee".

Il presidente vicario dei senatori del Pdl, Gaetano Quagliariello, osserva che la posizione di colf e badanti "o di chi ha un lavoro è giusto che sia diversificata da chi viene qui senza una prospettiva di lavoro o soltanto per delinquere. Questa differenza troverà nel pacchetto sicurezza un suo spazio".

Frattini alla Spagna: basta invasioni di campo Il ministro degli Esteri Franco Frattini torna a mettere in guardia i ministri spagnoli. Dopo le tensioni tra Roma e Madrid, il capo della diplomazia italiana ha più volte invitato il premier spagnolo Jose Luis Zapatero a tenere a bada i suoi ministri.

Dibattito al parlamento europeo Domani a Strasburgo, su richiesta del gruppo Pse, il parlamento europeo affronterà la situazione dei rom in Italia e nell’Ue. La Commissione europea è sollecitata dall’Europarlamento a fare una dichiarazione in apertura del dibattito.