Roma, arrestati i killer del suocero di De Rossi

Sono due uomini di 48 e 40 anni, italiani, residenti nella
provincia di Roma. Secondo gli investigatori avrebbero ucciso Massimo Pisnoli alla periferia di Aprilia l'11 agosto. Trovate anche armi e dosi di cocaina

Roma - I carabinieri del nucleo investigativo di Roma hanno arrestato i responsabili dell’omicidio di Massimo Pisnoli, 48 anni, suocero del calciatore della Roma Daniele De Rossi, trovato morto la sera dell’11 agosto alla periferia di Aprilia, in una stradina sterrata nei pressi della stazione di Campoleone. Si tratta di due uomini di 48 e 40 anni, italiani, residenti nella provincia romana. Nel corso delle indagini i carabinieri hanno rinvenuto e sequestrato un arsenale di armi e sequestrati anche 230 grammi di cocaina.

In poco meno di un mese le indagini dei carabinieri, coordinati dal procuratore distrettuale antimafia di Roma Giancarlo Capaldo, hanno consentito di risalire agli autori del delitto. Ulteriori particolari saranno resi noti nel corso di una conferenza stampa che si terrà alle 11 presso la sede del comando provinciale dei carabinieri di Roma, in piazza San Lorenzo in Lucina.