«A Roma c’è la frase giusta per Moggi...»

Appiano Gentile. Caccia alla frase misteriosa. Ormai nelle provocazioni tra Inter e Juventus siamo arrivati alle citazioni occulte. Roberto Mancini non vuole alimentare polemiche e quindi decide di rispondere in modo sibillino a chi gli chiede un commento sulla richiesta di avere un arbitro internazionale avanzata da Luciano Moggi: «Non fate a me queste domande - spiega il tecnico nerazzurro -. A Roma c'è una frase che proprio si adatterebbe bene a Moggi, ma non la dico. Ve la dico sabato. Certo lui la capirebbe benissimo perché è originario di Civitavecchia».
Così si è scatenata la caccia alla frase più appropriata alla situazione, chiedendo lumi a tutti i circoli letterari e filologici della capitale. Queste le ipotesi più accreditate: da un semplice «Fatte l’affaracci tua» a un bucolico «Nun pascolà ner prato de l’artri». Oppure un consiglio salutista: «Fatte li cavoli tua che campi cent’anni». O gastronomico: «Fatte ’n panino d’affaracci tua». O ancora di buon vicinato: «Nun mette er naso ’n casa d’artri». La soluzione sul giornale di domenica.