Roma capitale dello sport ebraico Domani al via le «Maccabiadi 2007»

In questa edizione protagonisti dell’evento saranno 1700 atleti provenienti da trentasette nazioni europee

La più grande manifestazione ebraica mai svoltasi in Italia. Numeri e significati importanti quelli della dodicesima edizione dei «Giochi Europei Maccabi 2007», che si terranno a Roma da domani fino al 12 luglio. Il programma e il messaggio civile dei Giochi sono stati presentati ieri nel giardino della Sinagoga di Roma alla presenza, tra gli altri, del presidente della Regione Marrazzo e del presidente della comunità ebraica Leone Paserman. «Per la nostra comunità questi giochi rappresentano un momento per rinsaldare e ricostruire la nostra identità, soprattutto dove è quasi scomparsa», così Paserman ha spiegato la sua emozione per la presenza di numerose delegazioni provenienti anche dall’Europa dell’est. L’importanza dell’iniziativa è rappresentata anche dall’attenzione di Papa Benedetto XVI, il quale ha voluto sottolineare la sua vicinanza agli atleti e agli organizzatori con un’udienza privata che si svolgerà domani. Anche il presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano ha indirizzato un suo saluto agli organizzatori dell’evento, sottolineando come «è un onore per la capitale d’Italia accogliere questa edizione dei Giochi»
I giochi, detti anche «Maccabiadi», sono promossi dal comitato organizzatore della Fim (Federazione italiana maccabi) e vedranno protagonisti più di 1700 atleti provenienti da trentasette nazioni, con delegazioni anche americane e australiane. Sedici le discipline sportive che vedranno impegnati gli sportivi: tra le presenze internazionali spiccano i nomi del campione di karate Adam Kovacs e della tennista Anna Smashnova. La fiaccola, partita da Gerusalemme, ha toccato tutte le maggiori città d’Italia e farà il suo ingresso ufficiale il 5 luglio allo stadio Flaminio, per la cerimonia di apertura, preceduta dalle delegazioni dei paesi partecipanti. Le manifestazioni sportive si svolgeranno principalmente negli impianti dell’Acqua Certosa; insieme a queste grande risalto avrà la «European Maccabi Run», una maratona notturna, aperta a tutti, che si svolgerà la sera dell’8 luglio e toccherà alcuni dei luoghi più significativi per la storia della comunità ebraica romana.
Le «Maccabiadi 2007» non saranno solo un evento sportivo ma anche un momento di svago e di confronto culturale: accanto alla strutture sportive sorgerà infatti il «Villaggio dei Giochi», luogo destinato ad area di incontro per atleti e spettatori. Un altro momento significativo sarà l’apertura del Museo della Sinagoga sul lungotevere Cenci, da poco ristrutturato. «Siamo convinti di aver offerto alla nostra città e alla nostra comunità una grande opportunità - commenta Vittorio Pavoncello, presidente del comitato organizzativo della manifestazione -. Le nostre vie, le nostre piazze si apriranno per accogliere gli atleti ebrei e i loro accompagnatori nello spirito di fraternità che da sempre ha caratterizzato Roma».