Roma, una città che balla: per 300mila festa in strada

Buon successo per gli eventi organizzati dal Comune: ai mercati generali la Mannoia, a Cinecittà la taranta e alla Fiera di Roma tutto esaurito per il techno party

È stato un Capodanno tutto sommato sereno quello che si è celebrato nella capitale, con un clima abbastanza mite che ha spinto migliaia di romani a salutare il 2007 in strada. In molti hanno partecipato agli appuntamenti organizzati dal Comune, approfittando anche dell’apertura straordinaria della metropolitana fino alle 2.30. In 300mila circa, secondo le stime del Campidoglio, quelli che si sono divisi tra i vari appuntamenti pubblici. L’evento principale agli ex mercati generali di via Ostiense, dove sul palco sono saliti Fiorella Mannoia e i suoi ospiti brasiliani Carlinhos Brown, Adriana Calcanhotto e Chicho Cesar - alla presenza anche del sindaco Walter Veltroni, che ha augurato a tutti un 2007 «di maggiore pace, maggiore serenità, più rispetto dei diritti», e in particolare per Roma ha auspicato che «continui il ritmo di crescita e trasformazione».
Grande successo anche per la «Notte della Taranta», il concerto dell’orchestra diretta da Ambrogio Sparagna che ha animato, a Cinecittà Campus, la notte di Capodanno. Per quattro ore, nel parco di via Lamaro, dominato dal tedoforo di Ben Hur, si è ballato al ritmo della Pizzica salentina, una replica, in versione invernale, dello spettacolo che si svolge ogni estate in Puglia. I più scatenati si sono invece diretti alla vecchia Fiera di Roma per il techno party «Amore ’07» al quale sono accorsi 30mila giovani provenienti da tutta Italia, per la maggioranza da località fuori Roma, che hanno ballato fino alle 8 di ieri mattina nel più grande evento dedicato alla musica dance ed elettronica realizzato in Italia. Negli ex padiglioni espositivi si sono esibiti i più noti dj del panorama musicale internazionale, tra i quali Richie Hawtin, guru della musica elettronica, Adam Beyer, Speedy J., Troy Pierce, Motel Connection. Travolgente l’esibizione di Afrika Bambaataa, che ha dedicato la sua performance al grande James Brown, scomparso di recente.
Tutt’altra atmosfera invece al Parco della Musica dove, dopo la cena dei più poveri organizzata dalla Comunità di Sant’Egidio, si è tenuto un concerto gospel e in molti hanno festeggiato il nuovo anno con i pattini ai piedi, cimentandosi nella pista di ghiaccio allestita all’Auditorium per tutto il periodo natalizio.
C’è stata grande affluenza nei ristoranti, nei teatri e nei locali che hanno organizzato veglioni, ma la maggioranza ha comunque scelto il tradizionale «cenone familiare» con i giochi di carte interrotti per lo scoccare della mezzanotte, quando, il nuovo anno è stato salutato da artifici pirotecnici di ogni genere che, da tutti i balconi della città, hanno illuminato il cielo di Roma. Ieri mattina lavoro straordinario per l’Ama, che ha raccolto, al termine delle feste, 60 tonnellate di rifiuti per le strade della città.