Roma città sicura. Solo per Veltroni

Infuocata riunione straordinaria, ieri pomeriggio, del Consiglio comunale capitolino. Con sindaco e prefetto maggioranza e opposizione hanno discusso di «sicurezza». Questione a dir poco spinosa soprattutto alla luce degli ultimi avvenimenti del Trullo dove l’altra settimana s’è verificato l’assalto al bar dei romeni. Un quartiere in subbuglio, in cui i cittadini sono tornati a protestare per chiedere l’immediato sgombero del campo nomadi di via dell’Imbrecciato e dove domenica notte s’è consumato anche un episodio di sequestro di persona e violenza sessuale. In una mozione la Cdl ha messo nero su bianco tutte le inadempienze di Veltroni & Co. sul tema sicurezza. Un documento dettagliato ma anche programmatico: «Vanno subito sgomberate le baraccopoli intorno alla città - spiegano i partiti dell’opposizione -, inseriti presidi fissi delle forze dell’ordine nei campi nomadi, aumentato l’organico dei vigili urbani».