Roma, colpo ai casalesi: preso il boss Esposito

Emilio Esposito, esponente di spicco dei clan dei casalesi, è stato bloccato dalle volanti della Questura di Roma nel corso di un’operazione capillare di controllo del territorio nella Capitale

Roma - Ancora un colpo alla camorra. Emilio Esposito, esponente di spicco dei clan dei casalesi, è stato bloccato dalle volanti della Questura di Roma nel corso di un’operazione capillare di controllo del territorio nella Capitale. Esposito, di 37 anni, latitante dal 2006, a capo dell’omonimo gruppo criminale, operante tra Sessa Aurunca ed il basso Lazio, era stato colpito da quattro ordini di custodia cautelare emessi tra il 2006 ed il 2007 per associazione a delinquere di stampo mafioso, estorsione e reati in materia di armi, su richiesta della Dda di Napoli.