Roma come Cortina:video del blitz della Gdfnelle vie dello shopping

Maxi operazione delle Fiamme Gialle: finanzieri in divisa e militari in abiti civili in campo per contrastare l'abusivismo e l'evasione fiscale. <a href="/video/blitz_fiamme_gialle_vie_shopping_romano/id=blitzgdf_shoppingroma" target="_blank"><strong>GUARDA IL VIDEO</strong></a>

Dopo Cortina, tocca alla Capitale. Oltre 250 finanzieri del comando provinciale di Roma hanno controllato a tappeto la città. Un vero e proprio piano di controllo economico del territorio per contrastare l'abusivismo commerciale e la contraffazione e controllare la regolare emissione di scontrini e ricevute fiscali. Da Ostia al centro storico: un blitz a trecentosessansa gradi con agenti in abiti civili che hanno condotto i controlli nei principali quartieri della Capitale.

Il "piano coordinato di controllo economico del territorio", che ha interessato diverse aree di Roma e dell'hinterland capitolino, fa parte di una vasta attività operativa volta a contrastare e a prevenire gli "illeciti fenomeni dell’abusivismo commerciale e della minuta vendita di merci contraffatte". Accanto ai finanzieri in divisa, altre pattuglie composte da militari in "abiti civili" hanno controllato la regolare emissione di scontrini e ricevute fiscali da parte degli esercenti di diverse categorie. È già stato realizzato un primo sequestro di particolare rilevanza, sia in termini quantitativi che di valore delle merci: le Fiamme Gialle ha infatti inventariato oltre 480mila orologi e occhiali contraffatti scoperti in un deposito illegale gestito da alcuni italiani.

"Nelle prossime settimane - fanno sapere le Fiamme Gialle - analoghi interventi verranno eseguiti in ulteriori aree della Capitale e della sua Provincia". La stessa Guardia di Finanza fa sapere che queste operazioni si inquadrano "in consolidate metodologie d’azione, sistematicamente attuate anche nella specifica prospettiva di utilizzare i dati 'caldi' acquisiti sul campo per integrare ed attualizzare le attività di monitoraggio ed analisi del tessuto economico-finanziario". Il piano delle Fiamme Gialle ha, infatti, come obiettivo non solo quello di tutelare gli operatori "regolari" dalla sleale edillecita concorrenza degli abusivi e di coloro che vendono merci fuori norma, ma anche evitare che gli esercenti che rispettano gli obblighi di emissione dei documenti fiscali finiscano con il risultare indebitamente "svantaggiati" rispetto ai concorrenti che violano le norme tributarie.